lunedì 20 luglio 2015

Buon compleanno Alberto…Perché una promessa è una promessa

 

DSC_0631

 DSC_0625

DSC_0622

 

Ci sono amici che rimangono nella nostra vita per anni. La vita ci divide, le esperienze, le nostre storie, ma loro sono sempre li e noi lo sappiamo. Anche se per anni non ci sentiamo, sappiamo che quando ci sentiremo di nuovo sarà come se ci fossimo sentiti la sera prima. Magari a ricordarci che è passato del tempo ci sarà qualche ruga e qualche storia bella o brutta che sia in più da raccontare. Questo post dedicato al tuo compleanno Alberto è un omaggio alla nostra amicizia che dura ormai da 36 anni, te l’avevo promesso e siccome una promessa è una promessa eccomi qua! Tantissimi auguri Alberto con la promessa che la prossima torta te la offrirò personalmente, e siccome una promessa è una promessa… Per fare questa torta mi sono inspirata a questo blog americano per quanto riguarda il design, tutto il resto è una mia creazione, la farcia e la copertura della torta sono state create con la stessa farcia dei miei biscotti gelato. Inoltre l’impasto è arricchito dalle gocce di cioccolato. Se volete ricreare questa torta, vi occorrerà:

PER IL PANDISPAGNA:

  • La ricetta è quella del mio pandispagna classico e la trovate qui
  • 150 g di gocce di cioccolato
  • Una teglia Ø 14 cm

PER LA FARCIA E LA COPERTURA:

  • Per la farcia e la copertura andate qui
  • 150 g di gocce di cioccolato

PROCEDIMENTO:

Dopo aver cotto, sfornato e sformato la torta dividetela in tre parti, farcitela ricomponetela e fatela riposare in frigorifero per almeno un’ora. Ponete in frigorifero anche la farcia che vi servirà per la copertura. Riprendete la torta ricoprite la superficie e i lati con la crema, e con una sac a poche munita di beccuccio a stella,( io ho usato il n° 32 della Wilton), create un decoro lungo la circonferenza. Fate riposare la torta in frigorifero per almeno un’ora prima di servirla. Buon appetito

DSC_0638

 

Annalisa

DSC_0618

DSC_0606

DSC_0618

Questa è la versione in rosa. Annalisa

giovedì 16 luglio 2015

Ensaimada llisa o rellena dolce tipico di Maiorca e delle isole Baleari

 

DSC_0548

DSC_0535

DSC_0553

 

Quando ho visto questo dolce sul web, sono rimasta affascinata dalla sua sofficità, o almeno da quella che traspariva dalla foto. L’ ensaimada è un dolce tipico delle isole Baleari e in particolare dell’isola di Maiorca, ne esistono due versioni una “llisa” cioè vuota e una “ rellena” cioè farcita. La farcitura può essere di crema pasticciera o cabello de angel, ovvero marmellata di zucca, o anche da ciò che la vostra fantasia vi suggerisce. Ho trovato la ricetta spiegata molto bene e corredata di video su questo blog spagnolo. Se volete cimentarvi e ve lo consiglio davvero, visto che il dolce in questione è sofficissimo, vi occorrerà:

INGREDIENTI PER IL LIEVITINO:

  • 20 g di farina manitoba
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 10 ml di acqua tiepida

INGREDIENTI PER L’IMPASTO DELL’ENSAIMADA DI MAIORCA:

  • 350 g di farina manitoba
  • 120 g di zucchero semolato
  • 150 ml di acqua tiepida
  • 12 g di lievito di birra fresco
  • 40 g di lievitino
  • 1 uovo freschissimo
  • strutto di maiale
  • per la crema pasticciera andate qui

PROCEDIMENTO:

  1. Prima di tutto preparate il lievitino, fate intiepidire l’acqua e scioglieteci dentro 10 g di lievito di birra fresco.
  2. Una volta disciolto il lievito, aggiungete i 20 g di farina e impastate.
  3. Una volta ottenuta un impasto omogeneo, lasciate riposare in modo che fermenti.
  4. Adesso preparate l’impasto dell’ensaimada, mettete lo zucchero e l’uovo in una terrina e con una frusta elettrica lavorate fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso.
  5. Fate sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e aggiungetelo al composto di zucchero e uovo sempre mischiando fino a ad ottenere un composto omogeneo.
  6. Ora aggiungete il lievitino sempre lavorando fino a che sia bene incorporato nel composto di uova zucchero e lievito.
  7. Setacciate la farina e aggiungetela al composto.
  8. Cambiate la frusta dell’impastatrice con un gancio a uncino e impastate per almeno 30 minuti. Se non usate l’impastatrice ungetevi bene le mani con olio di semi perchè l’impasto è abbastanza appiccicoso.
  9. Finite di impastare quando prendendo un pezzo d’ impasto e tirandolo diventerà sottile e trasparente.
  10. Una volta ben lavorato lasciate riposare l’impasto per 10 minuti in modo da poterlo lavorare meglio in seguito.
  11. Trascorso il tempo dividete l’impasto aiutandovi con un coltello dalla lama liscia e unta con olio di semi, in quattro pezzi di 100 g circa ciascuno.
  12. Ungetevi le mani e il piano di lavoro con olio di semi.
  13. Tirate ogni pezzo in una sfoglia rettangolare sottile con l’aiuto di un matterello prima e con le mani poi.
  14. Ungetela con lo strutto, e tiratela con le mani prendendo e tirando ogni lato al massimo, facendo attenzione a non romperla.
  15. Tagliate una striscia sottile dal lato più lungo della sfoglia, vi servirà per formare il cuore dell’ ensaimada.
  16. Mettete questa striscia di pasta nel lato lungo contrario, per aiutarvi ad arrotolare l’ensaimada. Cominciate ad arrotolare.
  17. Ora sistematela sulla placca rivestita con la carta forno, dandole una forma di spirale larga. Perché l’ensaimada lievitando crescerà molto in volume.
  18. Adesso lasciatela riposare dentro il forno spento per 12 ore.
  19. Trascorso il tempo, preriscaldate il forno a 200°C  e poi lo abbassate a 175°C,  infornate l’ensimada per 15 minuti nella parte bassa del forno.
  20. Sfornatela, fatela raffreddare  e spolveratela con zucchero a velo.
  21. Per la versione con crema pasticciera, prima di arrotolare la vostra ensaimada con una sac a poche formate un cordone di crema pasticciera lungo il lato da arrotolare, quindi arrotolate.

 

DSC_0537

mercoledì 8 luglio 2015

Eclairs

 

DSC_0517

DSC_0525

DSC_0528

 

Ultimamente per me essere presente nella blogland è davvero un problema, il tempo è pochissimo . Per questo capiterà che da ora in avanti e per un certo periodo rivisiterò vecchie ricette. Oggi è il turno di questi eclairs ai quali ho voluto dare una versione estiva e da “ birthday party”. Gli eclairs sono farciti con crema pasticciera e glassati con una ghiaccia all’acqua e limone, per i colori e le decorazioni ho seguito la mia fantasia. Ho detto che rivisiterò vecchie ricette, ma non disperate sto per tornare con una sorpresa, tra poco sul blog :)

Se volete provare a fare i miei eclairs vi basterà seguire questi links:

La ricetta dei miei eclairs la trovate qui

La ricetta per la crema pasticciera la trovate qui

La versione dei miei eclairs caramellati la trovate qui

Per la glassa vi basterà aggiungere qualche cucchiaino d’acqua alla quantità desiderata di zucchero a velo, cercate di ottenere una glassa che possa essere ben distribuita ma che non coli allo stesso tempo, aggiungete se volete qualche goccia di succo di limone. Usate coloranti alimentari liquidi o in gel, nelle tonalità desiderate e decorate a piacere. Buon appetito!

Annalisa

giovedì 2 luglio 2015

Pollo Arrosto Con Burro Alle Erbe

 

DSC_0513

DSC_0498

DSC_0508

 

Ho assaggiato questo pollo in Scozia durante una vacanza,veniva venduto assieme al burro alle erbe con il quale doveva essere condito. Ero un po’ scettica ma dopo averlo cucinato mi sono ricreduta: il pollo era leggero e delizioso. In questi giorni ho trovato la ricetta su un mio vecchio libro di cucina, e così ho voluto provare a cucinarlo nuovamente. Il risultato mi ha soddisfatto pienamente. Se volete provarlo anche voi vi occorrerà:

INGREDIENTI:

  • 1 pollo di 1,5- 1,8 kg
  • 1 cipolla media, pelata e tagliata
  • 4 cucchiai da tavola di vino bianco secco

BURRO ALLE ERBE:

  • 85 g di burro a temperatura ambiente
  • 3 cucchiai da tavola di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio da tavola di erba cipollina o scalogno tritato
  • 1 cucchiaio da tavola di dragoncello o timo tritato
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • sale e pepe q b

PROCEDIMENTO:

  1. Preparate il burro alle erbe: in una ciotola ammorbidite il burro con un cucchiaio di legno, unite le erbe, lo scalogno se lo usate, il succo di limone, correggendo di sale e pepe.
  2. Lavorate gli ingredienti mescolandoli bene insieme e ricavandone quasi una crema. Preriscaldate il forno a 200°C (forno ventilato:190°C).
  3. Preparate il pollo: prima di imbrigliare le le cosce, infilate metà della cipolla all’interno e l’altra metà spargetela a pezzi nella teglia.
  4. Sistemate la graticola sulla teglia e adagiatevi sopra il pollo. Cospargetevi generosamente il burro alle erbe e versate quindi il vino bianco nella teglia.
  5. Sistemate il pollo con il dorso all’insù, infornate per 20 minuti circa, finché prende colore, quindi giratelo con il petto verso l’alto e glassate con il fondo di cottura.
  6. Infornate nuovamente e cuocete per altri 55- 70 minuti; controllate la cottura incidendo con il coltello vicino alla coscia: il pollo è pronto se il liquido che fuoriesce è chiaro.
  7. Avvolgete l’arrosto in un foglio d’alluminio e lasciatelo riposare per 15 minuti circa. Eliminate graticola e cipolla e preparate la salsa direttamente nella teglia.

PREPARAZIONE DELLA SALSA:

  1. Inclinate la teglia per raccogliere il fondo dell’arrosto: eliminate il grasso in eccesso, lasciando il fondo bruno. Passate la teglia sui fornelli e scaldate a fuoco medio.
  2. Spolverizzate con due cucchiai di farina e lavorate con una frusta a gomito, nella teglia a fuoco medio,per 2-3 minuti finché prende colore.
  3. Unite 300 ml di brodo di carne e portate a bollore, continuando a mescolare. Aromatizzate a piacere con 4 cucchiai da tavola di vino bianco o rosso.Lasciate sobbollire per 2 minuti quindi correggete di sale.
  4. Servire il pollo accompagnato da questa salsa. Buon appetito!

Annalisa

giovedì 25 giugno 2015

Torta Estiva Alla Frutta

 

DSC_0478

DSC_0464

DSC_0466

DSC_0488

 

Volevo una torta fresca ma allo stesso tempo elegante, di quelle che si vedono nelle vetrine delle pasticcerie. Così ho pensato al mio pandispagna preferito inzuppato da una bagna al rhum, farcito con una fresca crema diplomatica e decorato con panna e frutta fresche. Decisamente deliziosa!  La ricetta del pandispagna è provata e garantita, così come quella della crema diplomatica. Per fare questa torta deliziosa vi occorrerà:

  • Una teglia di 19- 20 cm di diametro
  • Una pesca più una quindicina di ciliegie
  • Per la ricetta del pandispagna andate qui
  • Per la crema diplomatica andate qui
  • Per la bagna al rhum andate qui
  • Per la lavorazione a cestino- basketweave io ho usato il beccuccio n° 48 della Wilton, per sapere come fare andate qui

PREPARAZIONE:

Dopo aver cotto il pandispagna seguendo la ricetta, sfornarlo, lasciarlo intiepidire e sformarlo su una gratella, lasciarlo raffreddare completamente. Dividerlo in tre parti uguali, inzuppare ogni parte con la bagna al rhum, distribuire uno strato di crema diplomatica, coprire con un disco di pandispagna e eseguire la stessa operazione. Pareggiare i bordi della torta, eliminare eventuali briciole e procedere alla copertura della torta con un sottile strato di panna montata, procedere quindi alla lavorazione a cestino, rifinire il bordo superiore con una decorazione di panna montata fatta con un beccuccio a stella aperta. Guarnite con la pesca tagliata a fettine e le ciliegie. Buon appetito!

 

DSC_0476

Annalisa

mercoledì 10 giugno 2015

Mojito Cupcakes

 

DSC_0457

DSC_0451

DSC_0459

DSC_0463

 

Non ho mai assaggiato il Mojito il famoso cocktail di origine cubana, ma l’idea di queste cupcakes ispirate all’omonimo cocktail mi aveva incuriosito già da parecchio tempo. La ricetta l’ho presa dal sito Iced Jems  che per me è una garanzia. La ricetta è riuscita alla perfezione, ingredienti tempi e preparazione sono spiegati benissimo. Se volete cimentarvi anche voi con queste cupcakes ecco cosa vi occorrerà:

INGREDIENTI PER 12 CUPCAKES:

  • 115 g di burro o margarina a temperatura ambiente
  • 195 g di zucchero semolato
  • 2 uova freschissime
  • 195 g di farina “00”
  • 1 cucchiaino da tea di lievito chimico in polvere per dolci
  • 1/2 cucchiaino da tea di sale
  • 120 ml di latte
  • 75 ml di rhum bianco
  • 2 cucchiai da tavola di zucchero di canna chiaro
  • 2 limes o limoni
  • foglioline di menta
  • crema di burro

PROCEDIMENTO:

  1. Preriscaldare il forno a 180°C. In una terrina mischiate assieme burro, zucchero semolato e uova. Ora aggiungete la farina, il lievito chimico in polvere, sale e latte e mischiate accuratamente. Ora queste sono solo delle semplici cucpcakes, è meglio aggiungere gli aromi dopo la cottura perché quest’ultima potrebbe disperderli.
  2. Distribuite l’impasto nei pirottini precedentemente preparati nella teglia da muffin, infornate al centro del forno per circa 20-25 minuti.
  3. Sfornate le cupcakes e fatele raffreddare su una gratella e adesso siamo pronti per aggiungere gli aromi.
  4. Spennellate la superficie delle cupcakes con il rhum bianco, aggiungete il succo del lime e un po’ di zucchero di canna.
  5. Cominciate con  spennellare il rhum bianco sulle cupcakes e lasciate che il liquore impregni l’impasto.
  6. Spremete il lime su ciascuna cupcakes e ancora una volta lasciate che il succo impregni l’impasto.
  7. Distribuite un po’ di zucchero di canna su ciascuna cupcakes e lasciate che tutti gli aromi impregnino ben bene l’impasto.
  8. Preparate la crema di burro, qui la mia ricetta ( naturalmente omettete il latte e il caffè). Per aromatizzare la vostra crema di burro aggiungete il rimanente rhum e il succo di mezzo lime, aggiungete ancora zucchero a velo se risultasse troppo morbida per la decorazione.
  9. Mettete la crema di burro in una sac a poche munita di beccuccio a stella e decorate ogni cupcakes ricoprendo completamente la superficie. Io ho formato delle rose sulle cupcakes partendo dal centro e muovendomi in senso antiorario verso l’esterno.
  10. Decorate ogni cupcakes con mezza fettina di lime e una fogliolina di menta.

Buon appetito!

Annalisa

martedì 2 giugno 2015

La mia torta vittoriana

 

DSC_0415

Tutto è iniziato con un contest che purtroppo in un secondo tempo è stato annullato. Il tema del contest era “La torta vittoriana”, così visto che ormai mi ero armata di coraggio, ho pensato che nonostante il contest fosse stato annullato, avrei potuto sfruttare questa occasione per fare un po’ di pratica con la royal icing. Naturalmente per questa torta mi sono ispirata a lui David Cakes, un grandissimo maestro della royal icing. La torta è una di quelle che David Cakes fa decorare ai suoi corsi, io ho scelto i colori e ho cercato nel mio piccolo di decorarla, chiedo venia ma non ho mai partecipato a un corso con David Cakes. La torta naturalmente è su base di polistirolo ed è interamente decorata con royal icing preparata e colorata da me nelle diverse sfumature, le rose sono in pasta di zucchero anch’esse create a mano da me senza l’ausilio di alcun cutter, anche questo ho imparato (ma ho ancora tanta strada da fare) a farlo seguendo i video di David Cakes. Spero vi piaccia nonostante le imperfezioni.

DSC_0417

DSC_0419

DSC_0422

Annalisa

lunedì 25 maggio 2015

Old Fashioned Cinnamon Rolls

 

DSC_0002

DSC_0010

DSC_0022 (2)

 

Questa è un’altra ricetta che avevo in archivio da tempo, volevo solo trovare quella che mi ispirasse di più, e l’ho trovata su questo sito americano Betty Crocker, ed esattamente qui. La ricetta è riuscita alla perfezione, l’ho tradotta e naturalmente ho dovuto convertire le misure usate ( cups) in grammi, ma naturalmente per me anche questa è stata una cosa piacevole e divertente. Se volete provare anche voi a fare questi deliziosi, soffici e profumatissimi cinnamon rolls e soprattutto se amate la cannella, vi occorrerà:

INGREDIENTI PER L’IMPASTO DEI CINNAMON ROLLS:

  • 430 g di farina “00”
  • 70 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino da tea di sale fino
  • 4 cucchiaini da tea di lievito di birra secco, io ne ho usato 2 e ho allungato i tempi di lievitazione
  • 250 ml di latte
  • 60 g di burro o margarina
  • 1 uovo grande freschissimo
  • carta forno per foderare la teglia

INGREDIENTI PER LA FARCIA:

  • 35 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini da tea di cannella in polvere
  • 60 g di burro o margarina a temperatura ambiente- devono essere molto morbidi ma non completamente sciolti
  • uva passa se vi piace- io non l’ho messa
  • granella di nocciole se vi piace

GLASSA:

  • 120 g di zucchero a velo
  • 15 g di burro o margarina
  • 1/2 cucchiaino da tea di estratto o pasta di vaniglia
  • 1 o 2 cucchiai da tavola di latte

PROCEDIMENTO:

  1. In una larga terrina versate circa la metà della farina occorrente, lo zucchero, il sale e il lievito e con un cucchiaio di legno mischiate fino a che sia tutto omogeneo. Scaldate il latte e portatelo a una temperatura di circa 40°C-50°C.
  2. Aggiungete il latte scaldato, il burro e l’uovo al mix di farina. Usando una frusta elettrica mischiate gli ingredienti tra di loro a bassa velocità per circa un minuto, fermatevi ogni tanto per ripulire le pareti della terrina con una spatola. Continuate a mixare a media velocità per un altro minuto, fermandovi e ripulendo le pareti con una spatola. Con un cucchiaio di legno e aggiungendo un po’ per volta la farina restante mischiate finché l’impasto risulti soffice, si stacchi dalle pareti della terrina e sia facile da maneggiare, l’impasto potrebbe risultare un po’ appiccicoso.
  3. Infarinate il piano di lavoro, rovesciateci sopra l’impasto e impastate per circa 5 minuti. Continuate a impastare e se l’impasto risultasse appiccicoso aggiungete un po’ di farina. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio. Ungete leggermente con del burro una terrina, metteteci l’impasto al quale avrete dato la forma di una palla, giratelo in modo da ungerlo in ogni sua parte. Sigillate la terrina con della pellicola da cucina e copritela con un canovaccio pulito. Mettete l’impasto a lievitare in un luogo tiepido e al riparo da correnti d’aria. Lasciatelo lievitare per circa 1 ora e 30 minuti, o almeno fino a che non sia raddoppiato di volume.
  4. In una piccola terrina, mischiate lo zucchero e la cannella, tenete da parte. Foderate con un foglio di carta forno una teglia rettangolare di cm 33x22. Infarinate leggermente il piano di lavoro. Con le mani schiacciate leggermente l’impasto per sgonfiarlo, quindi rovesciatelo sul piano di lavoro infarinato.
  5. Usando le mani o un matterello, date all’impasto la forma di un rettangolo di cm 38x25. Spennellate la superficie del rettangolo con il burro tenendovi all’interno dei lati di circa 1 cm, cospargete la superficie del rettangolo con il mix di zucchero e cannella, e se lo desiderate con la granella di nocciole e l’uvetta. Cominciando dal lato di 33 cm arrotolate l’impasto cercando di formare un rotolo stretto. Sigillate ciascuna estremità, tirate e arrotolate l’impasto fino a che sia lungo 33 cm. Usando un coltello affilato dividete il rotolo in 15 pezzi.Sistemate i pezzi nella teglia leggermente distanti tra loro, copriteli senza sigillarli  con pellicola trasparente da cucina. Lasciateli lievitare in un luogo tiepido per circa 30 minuti o almeno fino a che non abbiano raddoppiato il loro volume. Rimuovete la pellicola.
  6. Mettete la griglia al centro del forno. Accendete il forno e portatelo a 175°C, infornate per circa 30- 35 minuti o almeno fino a che i cinnamon rolls non saranno di un bel marrone dorato. Una volta cotti sfornateli e sformateli mettendoli su una gratella. Lasciateli raffreddare per 5 minuti.
  7. In una piccola terrina, mischiate gli ingredienti per la glassa, aggiungete abbastanza latte in modo da ottenere una glassa densa ma abbastanza fluida che possa essere distribuita sui cinnamon rolls. Con un cucchiaino da tea, distribuire la glassa sopra i cinnamon rolls ancora caldi, lasciandola cadere a filo e muovendo il cucchiaino avanti e indietro in modo da formare delle sottili linee di glassa. Buon appetito!

DSC_0029 (2)

Annalisa

mercoledì 20 maggio 2015

Pizza alta con impasto delle baguettes e lievito naturale

 

DSC_0147

DSC_0157 (2)

DSC_0153 (2)

 

Da Vittorio e dal suo sito Vivalafocaccia ho imparato tantissimo, direi quasi tutto, ormai sono tre anni che lo seguo e la mia passione per l’arte bianca è cresciuta nel tempo. Ho imparato anche che a volte le regole in cucina si possono cambiare, così ho  pensato che come è nato il panfocaccia, perché non creare dall’impasto del pane e precisamente da quello delle baguettes, una pizza alta e soffice? Ho seguito il procedimento per l’impasto delle baguettes qui. Una volta finite le due lievitazioni ho diviso l’impasto in quattro parti uguali l’ho steso nelle teglie precedentemente unte con olio e ho lasciato che lievitasse altri 30 minuti. Ho condito le pizze secondo i nostri gusti, in questo caso tonno e cipolle e napoletana, quindi ho cotto tutte due le pizze assieme a 250°C nel forno preriscaldato per circa 20 minuti. La preparazione di questo tipo d’impasto, prevede nel mio caso i tempi di rinfresco del lievito naturale. Se volete sapere come fare andate qui. Le mie baguettes invece le trovate qui. Buon appetito!

DSC_0162 (2)

Annalisa

domenica 10 maggio 2015

Hydrangea cupcakes bouquet e tanti auguri mamma

 

DSC_0133

DSC_0146 (2)

 

DSC_0135 

 

Ancora fiori per la mia mamma, per tutte le mamme, in questo giorno speciale. Grazie mamma per tutto quello che hai fatto per me, per avermi ascoltato e sostenuto da quando ero una bimba fino a quest’ultimo periodo così buio per me, ci sei stata sempre e per questo non ti ringrazierò mai abbastanza. Se oggi torno a sorridere è anche grazie a te! Un bouquet di ortensie per festeggiare la mia e tutte le mamme. Se volete realizzare questo bouquet formato da sette cupcakes, potete andare qui. La ricetta è la stessa delle cupcakes mimosa, dopo aver preparato cotto e fatto raffreddare le cupcakes, ho praticato un foro al centro e ho inzuppato le cupcakes con una bagna al rum, le ho riempite con crema diplomatica, richiuse e quindi decorate con panna montata colorata seguendo questo video. Buon appetito!

DSC_0140

Annalisa

mercoledì 6 maggio 2015

Triglie alla livornese

DSC_0072

 

 DSC_0063

 

 

Ero alla ricerca di una ricetta per cucinare delle triglie appena acquistate nella mia pescheria di fiducia. Ho trovato questa fantastica ricetta su Cookaround  ed esattamente qui. La ricetta è molto semplice da seguire, ben spiegata e corredata di video step by step. La ricetta come dicevo è semplice da seguire, ma il risultato è stato davvero strepitoso. Le triglie erano davvero deliziose. Se vorrete provare anche voi questa ricetta andate qui. Buon appetito!

DSC_0067 (2)

Annalisa

lunedì 27 aprile 2015

Very Best Chocolate Fudge Cake

 

DSC_0129

blog

DSC_0116

 

 

Un’altra ricetta della mitica Mary Berry tratta dal suo libro “ Baking Bible”. La torta nella versione originale è farcita e ricoperta con un chocolate fudge, io ho voluto dare la mia versione decorandola con queste fragole “pasticciate” con del cioccolato fondente. Potrebbe essere un’idea per chiudere una cena romantica, oppure come nel mio caso un piacevole peccato di gola! Per fare questa delizia vi occorrerà:

INGREDIENTI PER LA TORTA:

  • 50 g di cacao amaro setacciato
  • 6 cucchiai da tavola di acqua bollente
  • 3 uova grandi freschissime
  • 50 ml di latte
  • 175 g di farina “00”
  • 2 cucchiaini da tea rasi di lievito chimico in polvere per dolci
  • 100 g di burro morbido
  • 275 g di zucchero semolato

PER LA FARCIA E LA COPERTURA:

  • 3 cucchiai da tavola di marmellata di albicocche
  • 150 g di cioccolato fondente di ottima qualità
  • 150 ml di panna da montare

PROCEDIMENTO:

  1. Preriscaldate il forno a 180°C. Imburrate e infarinate una teglia tonda dal diametro di 20 cm, io ne ho usato una dal diametro di 15 cm.
  2. Incorporare il cacao all’acqua bollente in una grande terrina, quindi aggiungere i restanti ingredienti e mischiare fino ad ottenere un composto liscio e piuttosto denso.
  3. Cuocere nel forno preriscaldato per circa 40 minuti, fate la prova stecchino. Sfornate la torta, fatela raffreddare nella teglia, quindi sformatela e fatela raffreddare completamente su una  gratella.
  4. Per preparare la farcia e la copertura, scaldate la confettura di albicocche in un piccolo tegame, dividete la torta in tre parti uguali, quindi spennellate un leggero strato di confettura su ogni superficie. Riducete in pezzi il cioccolato, aggiungete la panna, e fatelo sciogliere dolcemente a bagnomaria per circa 10 minuti. Girate di tanto in tanto fino a che il cioccolato non sia completamente sciolto e ben amalgamato con la panna.
  5. Togliete il recipiente dal fuoco e mischiate per assicurarvi che il cioccolato sia completamente sciolto. Lasciate raffreddare il chocolate fudge fino a che sia abbastanza denso. Distribuitelo sopra lo strato di confettura di albicocche, ricomponete la torta, quindi ricoprite anche la superficie e i lati di essa con il chocolate fudge.
  6. Se volete potete servire la torta così nella sua versione originale, io ho voluto decorare i lati e aggiungere le fragole. Dopo averle posizionate sulla superficie della torta, ho sciolto due quadrotti di cioccolato fondente a bagnomaria, e con una piccola sac a poche, ho creato il decoro in cioccolato sulle fragole. Buon appetito!

Annalisa

lunedì 20 aprile 2015

Cornetti alla crema vaniglia e cacao

 

DSC_0038 (2)

DSC_0052

DSC_0056

L’ idea di fare questi cornetti sfogliati mi era venuta in mente un bel po’ di tempo fa, poi come tante altre cose l’avevo accantonata. A riportarla alla mia attenzione è stato un mio amico italiano d’oltreoceano quando mi ha detto “ Adoro i cornetti sfogliati con la crema pasticciera al cioccolato”  e poi “ Qua non sono buoni come in Italia”, e così eccoli qua appena sfornati, profumati e farciti di crema pasticciera alla vaniglia e al cacao, grazie per lo spunto Antonio! Il procedimento è un po’ laborioso, ma il risultato vi appagherà di tutto il lavoro.  La ricetta l’ho tratta da un manuale della rivista Più Dolci intitolata “ Le Paste”, per fare queste delizie vi occorrerà:

INGREDIENTI PER L’IMPASTO:

  • 250 g di farina “00”
  • 350 g di farina Manitoba
  • 2 tuorli e 1 uovo intero freschissimi e a temperatura ambiente
  • 50 g di lievito di birra fresco
  • 60 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro morbido
  • 100 g di latte
  • 60 g di acqua
  • 1 pizzico di sale fino

PIEGHE, FINITURA E DECORAZIONE:

  • 200 g di burro in un unico panetto
  • 1 tuorlo
  • 3 cucchiai di panna 
  • zucchero a velo per decorare

PREPARAZIONE DELL’IMPASTO:

  1. Setacciate le farine con un pizzico di sale.
  2. Apritele a fontana e aggiungete i tuorli e l’uovo.
  3. Unite lo zucchero e il lievito di birra sciolto nel latte non freddo. Iniziate a impastare aggiungendo gradualmente l’acqua ( anche questa non fredda).
  4. Incorporate il burro nell’ultima fase dell’impasto; dovrete ottenere una pasta morbida e molto elastica. Trasferite la pasta in frigo per 45 minuti.

PIEGHE, FINITURA E DECORAZIONE:

  1. Dopo il riposo in frigorifero stendete la pasta in un quadrato di circa 50 cm di lato.
  2. Avvolgete il panetto di burro freddo in un pezzo di pellicola e, con un batticarne appiattitelo leggermente fino ad ottenere un quadrato di cm 20x20.
  3. Eliminate la pellicola e adagiate il burro al centro della pasta stesa.
  4. Ribattete i vertici verso il centro fino a farli toccare.
  5. Con il mattarello infarinato stendete la pasta fino ad ottenere un rettangolo lungo cm 60 ( cercate di mantenere costante la pressione del mattarello sulla pasta per ottenere una distribuzione omogenea del burro).
  6. 1° giro piega a tre: ribattete una estremità della pasta verso il centro, poi fate lo stesso con il secondo lembo di pasta. Proteggete la pasta con pellicola trasparente da cucina e ponetela in frigo per 15 minuti.
  7. 2° giro piega a tre: partendo dal lato corto stendete nuovamente la pasta con il matterello, ottenendo sempre un rettangolo come il precedente e ribattete al centro i lati della pasta. Ponete in frigo a riposare per 15 minuti.
  8. 3° giro piega a tre: sempre dal lato corto ripetete la piega, avvolgete la pasta nella pellicola per alimenti e ponetela in frigo per una notte ( massimo 12 ore ).
  9. Riprendete la pasta e con il mattarello infarinato stendete un rettangolo allo spessore di 5 mm. Con un coltello affilato ritagliate dei triangoli con base di 10 cm e altezza di 20 cm; praticate un taglietto alto 2 cm a metà della base del triangolo.
  10. Partendo dalla base con il taglietto iniziate ad arrotolare i cornetti, e dopo il primo mezzo giro, tirate la pasta così da allungare un poco la base del cornetto. Trasferiteli in una placca da forno rivestita di carta forno. Lasciateli lievitare ad una temperatura massima di 32°C  per 60/90 minuti ( devono raddoppiare di volume)
  11. Pennellateli in superficie con tuorlo e panna sbattuti insieme e cuoceteli in forno a 190° C per 20/25 minuti circa.
  12. A cottura ultimata sfornateli e adagiateli a raffreddare su una gratella, farciteli con una sac a poche munita di beccuccio a imbuto per farcitura, spolverizzateli con abbondante zucchero a velo.
  13. La ricetta della mia crema pasticciera la trovate qui, per fare quella al cacao dividete la crema in due contenitori, aggiungete circa 10 g di cacao setacciato a una parte di crema pasticciera, amalgamate bene con l’aiuto di un cucchiaio di legno o una frusta a mano. Buon appetito!

DSC_0049

Annalisa